02/69.365.215

EBI per gli Operatori di Microcredito

La soluzione ideale dedicata agli Operatori di Microcredito

Con EBI è possibile semplificare e gestire:

Le Segnalazioni richieste da Banca d'Italia
Il processo d'Iscrizione all'Albo ex art. 111 TUB
L'aggiornamento e la formazione continua

La soluzione informatica specifica per gli adempimenti degli Operatori di Microcredito

In occasione della riforma del Titolo V del Decreto Legislativo n. 385, del 1° settembre 1993 (Testo Unico Bancario – TUB), è stata introdotta una disciplina specifica per gli Operatori di Microcredito. Le caratteristiche tecniche dell’attività consentita a tali operatori sono state definite dal Decreto n. 176 del Ministro dell’Economia e delle Finanze il 17 ottobre 2014, tale provvedimento attua l’art. 111, comma 5, del TUB.
 
L’aspetto che più caratterizza l’operatività del Microcredito è il limite sull’ammontare dei prestiti – per il credito all’impresa – che devono essere di ammontare non superiore a 25.000 euro e non devono essere assistiti da garanzie reali, come il pegno e l’ipoteca. Tuttavia, è possibile erogare singoli Mc di importo sino a 35.000 euro, ma solo al verificarsi di determinate condizioni (MEF, 2014: art. 4, co. 1).

Adempimenti per il
Microcredito

Affidaci in tutta sicurezza gli obblighi di Segnalazioni verso Banca d’Italia, restando in linea con la normativa vigente in materia di Vigilanza e Antiusura.

Consulenza per il
Microcredito

SEFIN offre consulenza specifica per una rapida e corretta iscrizione all’Elenco ex art. 111 TUB, con supporto e analisi dei requisiti richiesti da Banca d’Italia.

Formazione per il
Microcredito

SEFIN, grazie ad oltre trent’anni di esperienza nel settore, offre validi corsi di formazione e aggiornamento sulla normativa in costante evoluzione.

Possiamo semplificare e gestire i seguenti adempimenti:

Gli Operatori di microcredito sono soggetti all’invio di Segnalazioni statistiche semestrali ai sensi della Circolare n. 292: (Segnalazioni statistiche degli operatori di microcredito), istituita in data 20 dicembre 2016 dalla Banca d’Italia.

La Segnalazione prevede un flusso informativo riferito ai dati di bilancio, con alcune altre informazioni sulla ripartizione territoriale e per settore economico dei clienti finanziati, le garanzie ricevute suddivise per tipologia di garante, la durata media ed il tasso d’interesse medio contrattuale delle operazioni, il numero di domande di finanziamento pervenute e accolte e le fonti di finanziamento per le operazioni di microcredito.

Le segnalazioni sono riferite al 30 giugno e al 31 dicembre di ciascun anno, la data di riferimento delle prime segnalazioni è il 30 giugno 2017 da inviarsi entro il 25 luglio 2017, il flusso informativo riguardante il 31 dicembre sarà trasmesso entro il 15 aprile dell’anno successivo.

Redazione del bilancio annuale, completo dei relativi allegati, entro 30 giorni dalla sua approvazione, corredato del verbale assembleare di approvazione

Individuare irregolarità aziendali, abusi, frodi, furti ed attività contrarie a leggi e normative con la collaborazione dei propri dipendenti – whistleblowing Company Protection
Per l’obbligo di adesione al Sistema Pubblico di Prevenzione delle Frodi nel settore del credito a consumo – Furto d’Identità  Furto d’Identità