02/69.365.215

Disposizioni su “Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari” e 6° aggiornamento della Circolare n. 262 del 22 dicembre 2005 su “Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione”

//
Categories

Banca d’Italia pubblica le Disposizioni “Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari” e il 6° aggiornamento della Circolare n. 262 del 22 dicembre 2005 – Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione.
Entrambi i provvedimenti si applicano a partire dal bilancio riferito all’esercizio chiuso o in corso al 31 dicembre 2019.
Il sesto aggiornamento che modifica la Circolare 262 recepisce il principio contabile internazionale IFRS 16 “Leasing”, omologato con il Regolamento (UE) 2017/1986 del 31 ottobre 2017, che sostituirà il principio contabile IAS 17 tuttora vigente ai fini del trattamento in bilancio delle operazioni di leasing a partire dal 1° gennaio 2019.

Si tratta di una revisione integrale della Circolare 262 che recepisce anche le modifiche in altri principi contabili internazionali, tra cui lo IAS 40 in materia di investimenti immobiliari, introdotte per garantire la coerenza complessiva del framework contabile.

Le principali novità introdotte sul bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari

Le principali novità alla normativa di bilancio riguardano:

  1. l’ampliamento del perimetro di applicazione delle regole sul leasing. Il principio richiede, infatti, di identificare se un contratto è (oppure contiene) un leasing, basandosi sul concetto di controllo dell’utilizzo di un bene identificato per un periodo di tempo; di conseguenza possono rientrarvi anche i contratti di affitto o locazione, in precedenza non assimilati al leasing;
  2. l’introduzione di un unico modello di contabilizzazione dei contratti di leasing da parte del locatario, con la conseguente eliminazione della distinzione tra leasing operativo e leasing finanziario;
  3. la revisione della disclosure relativa ai contratti di leasing e al relativo trattamento contabile.

Rimane, invece, invariato il modello di contabilizzazione dei contratti di leasing da parte del locatore.

L’aggiornamento recepisce anche l’emendamento al principio contabile internazionale IFRS 12 “Disclosure of Interests in Other Entities”, che chiarisce che gli obblighi di informativa previsti per i rapporti partecipativi si applicano anche alle partecipazioni possedute per la vendita; è stata poi integrata l’informativa di nota integrativa sul rischio di credito con dettagli sulle attività finanziarie classificate come “attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione” ai sensi dell’IFRS 5.

Le modifiche hanno tenuto conto, da una parte, dell’esigenza di recepire l’informativa minima richiesta dal nuovo principio contabile IFRS 16 e dagli emendamenti allo IAS 40 e all’IFRS 12; dall’altra, di mantenere alcune informazioni sul leasing attualmente presenti nei bilanci che, seppur non richieste dai principi contabili internazionali, si reputano rilevanti ai fini di una corretta valutazione dell’operatività degli intermediari da parte degli utilizzatori del bilancio.

In risposta alla consultazione non sono state ricevute osservazioni quindi non è stato predisposto il resoconto della consultazione. All’Atto di Emanazione è allegata una nota illustrativa nella quale sono descritti i principali interventi effettuati.