02/69.365.215

In consultazione le Disposizioni riguardanti gli impatti del COVID-19, misure di sostegno ed emendamenti agli IAF/IFRS

//
Categories

Banca d’Italia intende apportare alcune integrazioni alle disposizioni che disciplinano gli schemi e le regole di compilazione dei bilanci delle banche e degli altri intermediari finanziari vigilati (il riferimento è alla Circolare n. 262 “Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione” e al Provvedimento della Banca d’Italia “Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari”), per tenere conto:

  1. degli effetti del COVID-19 e delle misure di sostegno poste in essere per fronteggiare la pandemia;
  2. dei cambiamenti ai principi contabili internazionali IAS/IFRS intervenuti dopo gli ultimi aggiornamenti delle Disposizioni.

Proposte di integrazione del bilancio delle banche connesse con la rappresentazione degli impatti da COVID-19

Per quanto riguarda l’informativa di natura quantitativa, questa è limitata ai finanziamenti oggetto di “moratorie” che rientrano nell’ambito di applicazione degli Orientamenti dell’EBA (EBA/GL/2020/02), ai finanziamenti oggetto di misure di concessione applicate a seguito della crisi COVID-19 e a i nuovi finanziamenti garantiti dallo Stato o altro Ente pubblico.

Nota integrativa su politiche contabili

Dovrà essere fornita un’informativa di tipo qualitativo sugli aspetti attenzionati e che presumibilmente risentiranno di più dell’attuale contesto di crisi.
Nella Sezione dei “Principi generali di redazione” si richiama l’attenzione su quanto previsto dall’IFRS 9.
Nella Sezione degli “Altri aspetti” è richiesta una descrizione delle seguenti tematiche:

  1. analisi dei principali rischi e incertezze (cfr. IAS 1);
  2. natura e ammontare dei cambiamenti di stima che hanno un effetto significativo sull’esercizio in corso o, in previsione, sugli esercizi futuri (cfr. IAS 8);
  3. valutazione della “sostanzialità” delle modifiche contrattuali delle attività finanziarie oggetto di moratorie/sospensioni per effetto del COVID-19 ai fini della loro possibile derecognition (IFRS 9);
  4. applicazione ed effetti dell’agevolazione prevista dall’emendamento all’IFRS 16 (IAS 8).

Nota integrativa su informazioni sullo Stato Patrimoniale e sul Conto Economico

Con riguardo allo Stato Patrimoniale, per i finanziamenti inclusi nei portafogli “Attività finanziarie valutate al fair value con impatto sulla redditività complessiva” e “Attività finanziarie valutate al costo ammortizzato” ed oggetto di misure di sostegno COVID-19, sono previste due tabelle sul “valore lordo” e sulle “rettifiche di valore complessive”, con la ripartizione per stadi di rischio di credito e per tipologia di misura di sostegno e l’informativa sui write-off parziali complessivi.

Nell’ambito dell’informativa di Conto Economico, vengono richieste, in relazione ai finanziamenti e a ciascuno dei portafogli contabili menzionati, due tabelle sulle “rettifiche di valore” e sulle “riprese di valore”, con la ripartizione per stadi di rischio di credito e per tipologia di misura di sostegno.

Nota integrativa su informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

È richiesta un’informativa di tipo qualitativo sui cambiamenti rilevanti nelle strategie, obiettivi e nelle politiche di gestione misurazione e controllo conseguenti alla crisi pandemica.

Nella Sezione relativa al Rischio di credito sono richieste informazioni sulle assunzioni del management e sugli adeguamenti ai modelli di valutazione e misurazione delle perdite attese in risposta alla crisi pandemica e sul trattamento delle modifiche contrattuali che costituiscono concessioni nell’ambito dell’assessment dell’incremento significativo del rischio e della misurazione delle perdite attese.

Per i finanziamenti oggetto di misure di sostegno COVID-19 (pubbliche e/o private) sono richiesti i valori di bilancio dei finanziamenti ripartiti per portafogli di appartenenza e per qualità creditizia, l’informativa sull’ammontare (valore lordo) dei trasferimenti tra i diversi stadi di rischio di credito, il dettaglio dell’esposizione lorda e delle rettifiche di valore complessive e l’informativa sull’esposizione netta e sui write-off parziali complessivi, per le attività deteriorate e non.

È richiesto, ad ultimo, un esplicito rinvio alla disclosure di Terzo Pilastro prevista dall’EBA/GL/2020/07, per fornire un’informativa completa dell’impatto sul rischio di credito della pandemia e delle relative misure di sostegno.

Proposte di integrazione del bilancio degli intermediari finanziari non bancari connesse con la rappresentazione degli impatti da COVID-19

La proposta di integrazione relativa al bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari segue un approccio analogo a quello del bilancio delle banche, tenendo conto della diversa operatività e complessità dei soggetti destinatari:

  • per gli intermediari di cui all’articolo 106 del TUB è prevista la medesima informativa descritta per il bilancio bancario;
  • per i Confidi sono richieste soltanto alcune informazioni;
  • per gli Istituti di pagamento, gli IMEL, le SIM e le SGR viene richiesta esclusivamente un’informativa di tipo qualitativo su taluni aspetti.

Recepimento ed applicazione

  • La consultazione avrà termine il 27 novembre 2020.
  • Le modifiche si applicheranno a partire dai bilanci chiusi o in corso al 31 dicembre 2020.
  • L’informativa comparativa riferita all’esercizio T-1, ove richiesta in nota integrativa, non dovrà essere fornita per i bilanci chiusi o in corso al 31 dicembre 2020.
  • Le integrazioni connesse all’emergenza COVID-19 e misure di sostegno relative resteranno in vigore fino a diversa comunicazione da parte della Banca d’Italia; quelle riferite alle modifiche ai principi contabili internazionali IAS/IFRS verranno recepite nella Circolare 262 “Il bilancio bancario: schemi e regole di compilazione” e nel Provvedimento “Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari” alla prima occasione utile.

Per leggere o scaricare le Disposizioni in materia di bilancio delle banche e degli altri intermediari finanziari vigilati in consultazione:

Scopri il nostro servizio di redazione del Bilancio IAS/IFRS per Intermediari Finanziari e la soluzione SEFIN per rispondere alle esigenze di mercato delle Società di Factoring.